Training autogeno

Il Training autogeno è una tecnica di rilassamento elaborata da J.H. Schultz con un punto di partenza mentale, che determina un rilassamento muscolare e viscerale, quindi uno stato di rilassamento e distensione psichica.

Il Training Autogeno permette di raggiungere un'autodistensione da concentrazione, significa che un pensiero intenso, cioè un atto di concentrazione può agire sulla muscolatura e i vasi sanguigni, modificando gli eventi somatici e psichici del nostro corpo (corpo, intelletto e psiche sono indissolubilmente legati l'uno all'altro). Si basa sul principio che “immaginando” certe sensazioni/percezioni dalla mente le trasferiamo sul nostro corpo.

 

L'apprendimento del Training Autogeno richiede un esercizio regolare, da effettuare in seduta e a casa, in quanto il soggetto viene stimolato a non essere passivo e dipendente dallo Psicologo-Terapeuta, ma attivo e indipendente. L'obiettivo finale è quello di raggiungere la più completa autonomia, indipendenza e autocontrollo.

Diversi studi hanno dimostrato che il rilassamento muscolare favorisce :

  • lo stato di calma ed elimina l'ansia negativa,

  • dà sicurezza in sé stessi e migliora il senso di autoefficacia (percezione soggettiva delle proprie capacità),

  • previene la stanchezza e combatte lo stress,

  • migliora le prestazioni (scolastiche, fisiche, lavorative), migliora quindi la memoria e la creatività.

Il Training Autogeno è indicato per:

  • ansia libera

  • gestione del dolore

  • disturbi del sonno

  • fumo

  • disturbi neurovegetativi e psicosomatici (tics, balbuzie, disturbi respiratori come l'asma, cardiocircolatori come tachicardia, cefalee, disturbi gastrointestinali e alimentari, disturbi sessuali).

Il Training Autogeno consiste nell'immaginare sensazioni di pesantezza e calore, nel percepirli, nell'immaginare uno stato di calma e percepirlo.

Consiste in 10 esercizi di base:

  • 6 di pesantezza e calore, in cui è coinvolta la muscolatura striata volontaria; produce decontrazione muscolare e vasodilatazione;

  • 4 esercizi complementari che coinvolgono i distretti viscerali (respiro, cuore, plesso solare, fronte fresca).

Sono necessari da 2 a 3 colloqui per conoscere il Cliente e stabilire se la tecnica è adatta al soggetto e alla tipologia di problema che presenta, per valutare motivazione e le aspettative sugli effetti ottenibili.

Sono previste 6 sedute per gli esercizi di base, ogni 14 giorni (preferibile) oppure una volta alla settimana, in base alle esigenze del Cliente.