Fobia specifica

La fobia specifica è un tipo particolare di paura che si manifesta come paura intensa che dà origine a sintomi di tipo panico ed è associata a situazioni particolari verso le quali si sviluppa evitamento. Le fobie specifiche più comuni possono riguardare: animali, ambiente naturali (ad es. altezze, temporali, acqua), sangue iniezioni e ferite, situazioni (ad es. aerei, ascensori, luoghi chiusi).

La paura provata nelle fobie è particolarmente intensa e dà luogo a molti dei seguenti sintomi:

Sensazioni fisiche

Tachicardia (aumentata frequenza del battito cardiaco)

Sudorazione

Tremore

Respirazione rapida

Mancanza d'aria o respiro affannoso

“Nodo” allo stomaco

Nausea

Debolezza muscolare

Formicolio nelle mani e nei piedi

Vampate improvvise di caldo e di freddo

Senso di costrizione o dolore al torace

Impulsi e azioni

Sentire l'impulso di scappare o fuggire realmente

Sentirsi paralizzati

Piangere o gridare

Pensieri ed emozioni

Preoccupazioni del tipo: “Che cosa succederebbe se....”

Impressione che possa accadere qualcosa di terribile

Pensieri come: “E' pericoloso”, o: “Potrei fare qualcosa di pericoloso”

Imbarazzo o irritazione

Vergogna

Incapacità di pensare con chiarezza

 

Questi sintomi sono segni di paura e ansia e sebbene siano spiacevoli non sono pericolosi di per se e non mettono a rischio la vita.

 

La seconda caratteristica di una fobia è l'evitamento, chi ne soffre evita ciò che teme, oppure la persona riesce a sopportare la situazione temuta solo con molto malessere.

L'evitamento si può presentare in forme diverse ed a volte può non essere evidente:

Non avvicinarsi all'oggetto o alla situazione temuta

Fuggire la situazione

Trovare scuse per non fare ciò che si teme

Immaginare di essere da qualche altra parte

Pensare a qualcos'altro

Guardare dall'altra parte

Bere alcolici o fare uso di droghe

Prendere ansiolitici

Cercare disperatamente la presenza di altre persone

Chiaccherare con le persone con cui ci si trova senza pensare ad altro.

 

La persona che ne soffre di solito è consapevole che la situazione temuta non sia veramente pericolosa, ma contemporaneamente continua a credere che lo sia.